Ritorna il telelavoro

Nuove misure di restrizione

Con le nuove misure di restrizione dovute al diffondersi del coronavirus in vigore dal 19 ottobre in Svizzera, si raccomanda ai datori di lavoro e alle aziende che lo possono fare, di fare lavorare da casa i propri dipendenti.

Quindi ritorna il telelavoro anche in questo periodo, come era successo anche in primavera.

Molte aziende stanno già facendo lavorare in smart working i propri dipendenti, e questa formula si è visto che funziona.

Infatti chi lavora da casa può prendersi maggiormente i propri spazi e non rinuncia al contatto con i famigliari mentre lavora.

Tuttavia è meglio potere lavorare in una stanza dedicata della propria casa, magari uno studio, per chi lo possiede, in alternativa si può creare un angolo lavoro nella propria camera, in modo da non avere distrazioni e concentrarsi sul lavoro per il tempo previsto.

Ridurre gli spostamenti

Questa misura prevede che i dipendenti possano svolgere le loro mansioni direttamente dal proprio domicilio, in modo da minimizzare i contatti e ridurre gli spostamenti, sopratutto sui mezzi pubblici, per evitare un possibile contagio.

Ovviamente tale misura richiede delle predisposizioni informatiche da avere a casa per svolgere senza problemi il proprio lavoro.

E’ vero però che in molte professioni tale misura non è attuabile.

Adeguati piani di protezione

Le aziende per cui non è possibile attuare il telelavoro, devono disporre di adeguati piani di protezione in modo da assicurare le corrette misure di igiene e di distanziamento sociale ai propri dipendenti. Inoltre è consigliata la mascherina anche sul luogo di lavoro.

Questo anche per palestre e centri ricreativi dove non è obbligatorio l’uso della mascherina.

Potrebbe interessarti anche:

 

Lascia un commento

*

code