baboo

Nuove destinazioni per l’areoporto di Lugano

Destinazioni per l’aeroporto di Lugano

L’aeroporto di Lugano, situato ad Agno, è da mesi nel centro delle discussioni riguardo la sua possibile sorte.
Alcuni mesi fa si parlava anche di un “piano P” per salvare le sorti di questo scalo con le destinazioni per l’areoporto di Lugano. La lettera “P” sta per Pilatus PC 12, dei velivoli di piccole dimensioni che sarebbero utilizzati per la tratta Lugano – Ginevra.

Questa era una proposta fatta da parte di imprenditori vicini al settore svizzero dell’aviazione.

Ultime notizie dell’aeroporto di Lugano

Dalle ultime notizie dell’aeroporto di Lugano, oggi essi avrebbero deciso di venire allo scoperto, in modo da tastare concretamente il terreno. Questa nuova proposta sarebbe pronta già per gennaio 2020.

Al posto della compagnia Flybaboo infatti sarebbe nata una nova compagnia aerea, la TofuJet.

Il suo scopo è di riattivare la linea aerea diretta verso Ginevra, per collegare meglio il Ticino al resto della Svizzera.

Il progetto del suo fondatore prevede per questo l’utilizzo di aerei più piccoli, come appunto i Pilatus PC 12, ma con voli giornalieri più numerosi di adesso.

In questo modo si agevolerebbero gli spostamenti per i clienti business.

Per ora le compagnie che operano all’areoporto sono Swiss International Air Lines da e per Zurigo, e Silver Air solo con destinazioni stagionali.

Pilatus PC12

Il Pilatus PC12 è un piccolo aereo a 8 posti e da costi operativi ridotti, il che permetterebbe di avere anche dei prezzi competitivi e anche una linea con degli orari adeguati.

Inoltre le partenze per Lugano si effettuerebbero da un terminal privato C3 a Ginevra, il che sembra essere molto apprezzato dai clienti.

L’obiettivo di questa nuova compagnia sarebbe di iniziare con 2 o 4 voli al giorno, per i giorni lavorativi da lunedì a venerdì.

Il costo di tale tratta si aggirerebbe attorno ai 325 franchi.

Il sindaco di Lugano Marco Borradori però per ora non ha avuto alcun contatto con questa compagnia, ma sarebbe disposto a valutare questa proposta, e ne sarebbe contento anche il direttore di Lugano Ariport, Maurizio Merlo.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *