La crisi climatica e quella pandemica

Qui trovi interessanti aggiornamenti

15° congresso dell’elettricità

La consigliera federale Simonetta Sommaruga durante il 15°Congresso svizzero dell’elettricità, ha definito il 2021 «anno dell’energia».

Infatti se il 2020 è stato caratterizzato dalla crisi pandemica, adesso bisogna affrontare un’altra crisi, quella climatica.

Stiamo già assistendo da tempo purtroppo a segnali di questa crisi, come eventi meteorologici estremi, siccità e inondazioni in aumento.

Il cambiamento climatico riguarda tutti da vicino, ha affermato la ministra dell’ambiente svizzera.

Il congresso si è tenuto in modo virtuale, e Sommaruga rivolgendosi ai partecipanti ha chiesto loro un sostegno per fare si che la decarbonizzazione dell’economia sia accompagnata da soluzioni alternative che possano rendere redditizia l’economia. «Se vogliamo rinunciare al petrolio e al gas naturale, abbiamo bisogno di alternative: dobbiamo puntare maggiormente su teleriscaldamento, energia solare, legno e forza idrica».

Legge Co2

Sommaruga punta anche sulla legge Co2, sulla quale si andrà al voto a giugno. Grazie a ciò ci saranno delle sovvenzioni per le reti di teleriscaldamento, per le stazioni di ricarica delle auto elettriche nei complessi residenziali, e i proprietari di immobili riceveranno aiuti per ristrutturare o per sostituire gli impianti di riscaldamento.

Queste misure saranno fatte a sostegno del clima, ma andranno anche ad aiutare le PMI che potranno beneficiare di contratti importanti.

Legge sull’approvvigionamento elettrico

Un altro passo verrà con la nuova Legge sull’approvvigionamento elettrico: «Il suo obiettivo è rafforzare la produzione di elettricità rinnovabile, ma anche integrare le energie rinnovabili nel mercato», ha detto Sommaruga.

Il Congresso svizzero si è tenuto davanti a quattrocento rappresentanti di politica, economia e settore dell’elettricità svizzeri e viene organizzato da AES e da Electrosuisse.

Leave a Reply

*

code