mercato immobiliare Ticino

Il mercato immobiliare in Ticino

Il mercato immobiliare in Canton Ticino

Il mercato immobiliare in Ticino oggi sta vivendo un periodo di crisi.

Al contrario del passato quando era in positivo, oggi sta passando un momento di difficoltà. Mentre il resto del mercato immobiliare svizzero è in crescita, in Ticino è in recessione.

Mercato immobiliare Ticino 2019

Infatti il numero di abitazioni in locazione che sono vuote continua a crescere anche nel resto della Svizzera e in Ticino il mercato immobiliare per il 2019 si attesta attorno a un 4,44%, secondo il Monitor immobiliare pubblicato a settembre da Credit Suisse.

Ancora capitali verranno riversati nel settore immobiliare e questo andrà a aumentare i prezzi degli immobili.
Inoltre si continua a costruire abitazioni a ritmi davvero elevati e c’è una sovrapproduzione nel mercato di alloggi da locare.

Nel terzo trimestre gli alloggi in affitto sono arrivati a contare 75’323 unità.
Il tasso di superfici vuote nel territorio nazionale è aumentato infatti dal 2,55% al 2,64% e in dieci anni è più che raddoppiato.Tuttavia il mercato immobiliare nel resto della Svizzera è in crescita, mentre in Ticino no.

Questo non succede però per le abitazioni di proprietà, che hanno registrato invece una piccola diminuzione di residenze rimaste vuote (ovvero sono passate a –72 unità) passando dallo 0,59% a 0,58%.

La domanda di abitazioni di proprietà continua a crescere e anche l’eccedenza di offerta è in crescita in Ticino.

Mercato immobiliare Ticino 2018

L’aumento di abitazioni è coinciso però con una fase di debolezza economica causata dalla forza del franco.

Il mercato immobiliare in Ticino nel 2018 è arrivato a un punto di stasi dato che il Ticino assieme a Neuchâtel sono gli unici cantoni svizzeri che hanno registrato una diminuzione della popolazione ivi residente.
Questo ha portato quindi ad una maggiore quota di superfici sfitte nelle abitazioni in locazione arrivando oggi a un + 4,44%.

Per ovviare a tale problema del mercato immobiliare, la Banca nazionale svizzera e le altre banche dal prossimo anno andranno a ridurre il limite di anticipo e le scadenze di ammortamento sui finanziamenti ipotecari.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *