Elettricità dalla geotermia? In Svizzera potrebbe essere possibile

Complesso termale e acqua calda

In Svizzera, esattamente nei pressi del complesso di terme di Lavey-les-Bains, l’acqua esce dal terreno ad una temperatura di ca 33-36 °C, ed è molto probabilmente l’acqua più calda di tutta la Svizzera.

Esce in superficie nella valle del Rodano, vicino al lago di Ginevra, e scaturisce dalle montagne dall’altra parte del lago, scorrendo nel sottosuolo a circa 3000 metri di profondità.

Da gennaio di quest’anno gli esperti hanno iniziato a trivellare il terreno in quella zona per trovare l’acqua calda, infatti si spera di poter sfruttare questa risorsa geologica per la produzione di energia elettrica e riscaldamento da fonti sostenibili.

Transizione energetica

In questo modo la Svizzera potrà aumentare le sue possibilità di transizione energetica.

Nel 2024 la trivellazione dovrebbe essere terminata, e quindi la zona verrà dotata di una centrale elettrica, che potrà andare a servire circa mille economie domestiche, e anche dare riscaldamento a un numero pari di abitazioni.

Questa è la prima iniziativa che sfrutta la geotermia delle Alpi svizzere e potrebbe fare da apripista per altre soluzioni del genere.

La Svizzera potrà quindi essere maggiormente indipendente anche da fonti estere di energia, come il gas ad esempio.

Leave a Reply

*

code