credit suisse tassi negativi

Credit Suisse applica tassi negativi a partire dai 2 milioni di liquidità

Aggiornamento del 4 novembre

Qui trovi interessanti aggiornamenti

La Banca Credit Suisse

La banca Credit Suisse è il secondo colosso bancario svizzero, e applicherà tassi negativi sui conti superiori ai due milioni di franchi svizzeri.

Credit Suisse e tassi negativi a partire dai 2 milioni di liquidità

Anche Credit Suisse come la UBS, introdurrà dei tassi negativi sui conti di persone fisiche e giuridiche pari allo 0,75%, ma solo per chi dispone di liquidità uguale o superiore a 2 milioni di franchi.

La stessa banca lo ha comunicato ieri all’agenzia di stampa di finanza AWP.

Per le persone giuridiche questa decisione avrà già effetto a partire dal prossimo 15 novembre, mentre per le persone fisiche questo regolamento andrà in vigore dal primo di gennaio 2020.

Quindi Credit Suisse avrà tassi negativi a partire da 2 milioni di liquidità in conti correnti.

Credit Suisse tassi negativi

Inoltre per le imprese e le aziende che abbiano liquidità pari o superiore ai 10 milioni di franchi, la banca Credit Suisse introdurrà invece dei tassi negativi pari allo 0,85%.

La banca UBS ha preso una simile decisione a partire dal primo novembre.

Credit Suisse però con questa manovra non intende fare pesare i tassi negativi anche sui piccoli risparmiatori, ma solo su queli grandi.

Ad oggi le condizioni dei mercati monetari e quelle dei capitali sono più difficili di un tempo e i tassi di interesse invece sono più bassi, e sembra proseguire un periodo di allentamento della moneta.

Credit Suisse deve pagare dei tassi di interesse per i suoi capitali depositati presso la Banca nazionale svizzera (ovvero BNS).

Anche per la stessa Credit Suisse gli averi sono tassati dello 0,75% da parte della la Banca nazionale svizzera che è anche l’istituto che emette la moneta.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *