Bns tassi negativi

Bns e tassi d’interesse in Svizzera

Banca svizzera e tassi di interesse negativi

Come avevamo già parlato nel nostro articolo del 22 ottobre scorso, poniamo l’attenzione sui tassi di interesse negativi applicati dalla banca nazionale svizzera.

Bns disposta ad abbassare ancora i tassi di interesse

La Banca nazionale Bns sembra disposta ad abbassare ancora i tassi di interesse, in caso di necessità, per rendere il franco svizzero meno attraente per gli investitori internazionali.

Ad oggi i tassi di interesse bancari sono già negativi per quel che riguarda i conti superiori ai due milioni di franchi.

Il suo presidente, Thomas Jordan, ha dichiarato in un’intervista che “I tassi d’interesse potrebbero restare bassi ancora per molto tempo e potrebbe essere necessario un nuovo allentamento della politica monetaria”. Ha poi aggiunto: “Il nostro margine di manovra in materia non è illimitato, ma abbiamo la possibilità di effettuare nuove riduzioni”.

La Bns infatti nella sua ultima decisione sulla politica monetaria ha mantenuto il tasso sugli averi a vista al -0,75%,

Con i tassi negativi si vuole rendere il franco svizzero meno attraente per tutti gli investitori internazionali che lo considerano una moneta rifugio.

Jordan osserva anche che “I costi e i rischi associati alla conservazione della liquidità sono superiori a quelli degli attuali tassi di interesse negativi”.

Banca nazionale svizzera e cambio euro franco

Questo incide anche sul cambio euro franco che da due anni oramai è al massimo cambio in positivo con l’euro.

L’intensificarsi a livello internazionale della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina ha avuto in Svizzera come effetto di aumentare per gli investitori internazionali l’attrattiva del franco svizzero premendo la Banca nazionale svizzera perché difenda questa moneta rifugio.

Ma questo è negativo per gli esportatori svizzeri e anche per l’industria turistica nazionale. Quindi un meccanismo di difesa per la banca nazionale svizzera e il cambio euro franco sta nel ridurre l’attrattiva del franco, e questo abbassando i tassi di interesse.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *