Le frontiere italiane riaprono

Frontiere italiane aperte

Le frontiere italiane sono ufficialmente riaperte dalla mezzanotte di martedì, dopo quasi tre mesi di chiusura, causa misure restrittive per contenere il coronavirus.

Quindi da adesso chi vuole recarsi nella Penisola da uno dei paesi dall’area Schengen può farlo.

Per chi entra in Italia adesso non vi sono controlli supplementari, rispetto a quelli precedenti il lockdown.

I cittadini svizzeri, del Liechtenstein e stranieri con un permesso di soggiorno in Svizzera, possono quindi tornare tranquillamente in Svizzera dopo essersi recati in Italia, ma a condizione che non siano passati di là dal confine solamente per fare acquisti.

L’entrata in territorio elvetico per chi non è residente invece è permessa solo ai lavoratori frontalieri e per casi d’urgenza specificatamente motivati.

Questo sembra non avere avuto un significativo cambiamento del traffico transfrontaliero, come comunica l’Amministrazione federale delle dogane.

Allentamenti delle restrizioni

La diffusione del coronavirus in Europa sembra che continui in ogni caso a rallentare, quindi vengono effettuati gradualmente in tutti i paesi allentamenti delle restrizioni prese in precedenza. Ticino e Grigioni nei dati seguono l’andamento al ribasso dei casi di contagio, quindi un segnale che fa ben sperare.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

*

code