Aumento delle bollette anche in Svizzera

Aumento dei prezzi per l’energia

In Europa e nel resto del mondo stiamo assistendo ad un aumento dei prezzi per l’energia, come del petrolio, gas e elettricità.

Ciò dipende da vari fattori, come l’aumento della domanda dopo i lockdown per il Covid-19, e di conseguenza i paesi che sono produttori di petrolio e gas non riescono ad aumentare la loro offerta.

Inoltre le temperature estreme, gli ingorghi nella catena di approvvigionamento delle materie prime, e programmi per la riduzione delle emissioni inquinanti di combustibile fossile stanno facendo aumentare i prezzi.

Anche l’industria svizzera sta iniziando a risentire della crisi globale dell’energia dato che molte aziende dipendono dalle materie prime e da parti di prodotti che sono importati dall’estero. Alcune società iniziano a trasferire i costi sui consumatori, altre stanno pensando a una riduzione o della produzione o dell’orario di lavoro dei dipendenti.

Gas naturale

Basti pensare che per quanto concerne il gas, la Svizzera da sola consuma ogni anno gas come la città di Amburgo.

Inoltre circa un quarto di famiglie svizzere per il riscaldamento usa il gas naturale, come la metà di tutte le famiglie tedesche.

Un 40% usa ancora sistemi a gasolio e questo potrebbe aumentare nei prossimi mesi.

L’industria per legge deve avere riserve sufficienti per almeno tre mesi, e le famiglie hanno già immagazzinato il 50% del proprio fabbisogno per l’inverno.

Energia elettrica

La Commissione federale dell’energia elettrica prevede un aumento l’anno prossimo sulle bollette elettriche di solo un 3%.

Le tariffe dell’elettricità variano a seconda della quantità di energia che i Cantoni devono comprare all’estero e degli eventuali acquisti a prezzo fisso. Tuttavia le aziende di rete in Svizzera sono molte e questo porta dei vantaggi rispetto ai Paesi che hanno un sistema centralizzato di approvvigionamento elettrico.

Tuttavia, anche se per ora i problemi energetici sono stati contenuti in Svizzera, questa situazione potrebbe cambiare in futuro.

Già 30’000 aziende infatti hanno ricevuto un opuscolo che esorta a ridurre i loro consumi elettrici.

Il governo ha lanciato un avvertimento, la ministra dell’energia Simonetta Summaruga ha chiesto al Paese di aumentare la produzione di energia da fonti rinnovabili per evitare in futuro una crisi energetica.

Leave a Reply

*

code