Spostamenti tra Italia e Svizzera entro 60 km

Spostamenti tra Italia e Svizzera

Gli spostamenti tra Italia e Svizzera entro 60 km sono regolati da una nuova Ordinanza italiana.

Con l’ordinanza in vigore attualmente, anche per quanto riguarda le zone di confine tra la Svizzera e l’Italia, ci sono stati allentamenti per cui si può passare il confine, rimanendo però entro 60 km dal proprio domicilio.

Inoltre per passare il confine, sempre solo per chi vive nelle zone limitrofe, non c’è obbligo di tampone, ma si deve rimanere al massimo 48 ore.

Digital Locator Form

Adesso inoltre non vige nemmeno più l’obbligo di compilare il Dplf, se ci si muove con un mezzo privato, sempre entro i 60 km dal proprio domicilio.

Questo non è altro che un documento digitale, e questa sigla sta per Digital Passenger Locator Form, che si deve compilare invece se si va in territorio italiano oltre 60 km dal proprio domicilio.

Oltre a questo documento, chi entra in Italia dall’estero deve anche sottoporsi a tampone nelle 48 ore precedenti l’ingresso, e avvisare l’Asl di competenza del territorio dove soggiornerà.

Questo in attesa che arrivi il Green Covid Pass, un documento che uniformerà tutti gli spostamenti a livello europeo, e per il quale anche la Svizzera, che si trova fuori dallo spazio Ue ma dentro lo spazio Schengen, sta attendendo il riconoscimento del proprio certificato Covid.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

 

Leave a Reply

*

code