Presa di posizione della Svizzera nel conflitto Ucraina – Russia

Svizzera neutrale nella guerra Russia – Ucraina?

La svizzera è famosa per la sua cosiddetta neutralità. Ma come mai in questo attuale conflitto Russia-Ucraina ha preso invece posizione contro la Russia? Molti cittadini elvetici sono contrari a questa presa di posizione proprio in virtù della tradizionale neutralità svizzera.

La Svizzera non sarà quindi neutrale nella guerra Russia – Ucraina? A quanto pare sembra che attorno al tema della neutralità si sia acceso un intenso dibattito, anche fra la gente comune.

C’è chi sostiene che la Svizzera dovrà mantenere la sua posizione neutrale anche in futuro, altri dicono che rimanere neutrali significa sostenere la Russia.

Il fatto è che ci sono in gioco politiche economiche che vanno di pari passo con quelle militari e con gli equilibri mondiali.

Il rapporto tra i diversi Paesi, tra cui anche la Svizzera, con UE e NATO, è uno dei punti cruciali di questa situazione.

Sanzioni Russia della Svizzera

Intanto la Svizzera ha messo sanzioni alla Russia, appoggiando così apertamente l’Ucraina e rimanendo legata alla posizione di Nato e Onu. Ha infatti applicato le medesime sanzioni adottate dall’Unione europea e aiutato i profughi in fuga dall’Ucraina.

Le sanzioni prevedono che i beni di alcune persone e società che sono nelle liste dell’UE siano congelati e che tali persone e aziende non possano aprire dei nuovi conti bancari in Svizzera.

Sono anche adottate sanzioni finanziarie contro il presidente Vladimir Putin, il primo ministro russo Mikhail Mishustin e anche il ministro degli esteri Sergey Lavrov.

Inoltre gli oligarchi russi vicini a Putin non sono graditi in Svizzera. Il Consiglio federale ha deciso di vietare l’ingresso a coloro che appartengono alla cerchia più stretta di amicizie di Putin.

Ma le misure colpiscono anche il popolo russo: il governo svizzero ha deciso di sospendere in parte l’accordo del 2009 che prevedeva la facilitazione del rilascio del visto per i cittadini e le cittadine provenienti dalla Russia.

La Svizzera fa parte della Nato?

Ma in realtà la Svizzera fa parte della Nato? No ma collabora con essa. Tuttavia alla luce dei recenti avvenimenti, sembrerebbe che la maggior parte dei cittadini e anche dei politici russi sia d’accordo con un’adesione piena alla Nato, per far fronte insieme a una difesa eventuale, d’accordo con i paesi limitrofi che fanno tutti parte della Nato.

Invece nel 2002 ha aderito all’Onu, e si è avvicinata alla comunità internazionale, da quel momento deve anche accettare le sanzioni che vengono decise dall’ONU.

Tuttavia secondo il governo elvetico questa posizione è compatibile con la neutralità svizzera dato che l’ONU non è un’alleanza di tipo militare.

Leave a Reply

*

code