L’app per contenere i contagi

L’app SwissCovid

Da oggi è disponibile in Apple Store e Google Play Store l’app SwissCovid. 

A tale proposito il medico cantonale Giorgio Merlani afferma: “È un elemento importante in aggiunta a tutto quello che stiamo facendo, soprattutto in un momento come questo e soprattutto quando abbiamo Paesi vicino a noi che hanno un andamento peggiore dell’epidemia”.

In questo periodo in Ticino la prevalenza di contagi è molto bassa e il virus circola in misura minore.

Molta gente però sembra aver dimenticato “le buone abitudini”. Quindi dice ancora: “Se la stragrande maggioranza proprietari di uno smartphone scaricherà l’app permetterà di contenere i focali”.

Nel resto della Svizzera

Nel resto della Svizzera sembra che ci sia adesso un picco e che i contagi inizino a crescere, creando una situazione inversa a poco tempo fa. “Bisogna tenere sotto controllo la situazione ma spaventarsi è eccessivo” dice ancora Merlani “Rischiamo di avere il paradosso dove il Ticino avrà l’incidenza minore e ci saranno Cantoni in cui si presenterà ora il picco”.

Per quanto riguarda le vacanze e gli spostamenti dice che “È doveroso fare attenzione, soprattutto ora che la mobilità è cresciuta notevolmente”.

Tamponi per il covid

La Confederazione elvetica pagherà i tamponi da oggi.  Infatti lo ha detto ieri in conferenza stampa il consigliere federale Alain Berset.

Merlani spiega ancora : “Non bisogna eccedere, se si hanno sintomi che durano più a lungo per cui non si hanno spiegazioni (come allergie o colpi di sole) si deve chiamare il proprio medico e seguire le indicazioni. Non si può fare il tampone ad ogni starnuto”.

Lascia un commento

*

code