Economia circolare vantaggi

Economia circolare vantaggi per le imprese

L’economia circolare è un sistema pianificato in modo che si possano riutilizzare i diversi materiali in nuovi cicli produttivi, e in questo modo si possono ridurre gli sprechi.

Scambio, riciclo e recupero sono le parole chiave di questo nuovo sistema economico.

Ellen MacArthur, che è la fondatrice dell’omonima associazione dice che «l’economia circolare è un’economia pensata per potersi rigenerare da sola».

L’11 febbraio del 2021 è stato approvato dal Parlamento europeo il Piano d’Azione dell’Economia Circolare, con 574 voti a favore.

Questo aggiornamento è stato fatto grazie alla mentalità che viene condivisa all’interno dell’Unione Europea verso la transizione all’economia Circolare.

L’Ue in questo documento definisce infatti l’Economia Circolare “la strada che l’Ue e le imprese devono seguire per restare innovative e competitive sul mercato globale, riducendo nel contempo la loro impronta ambientale”.

In particolare si punta su tre attività principali, ovvero:

  • ridurre dell’impronta dei consumi;
  • aumentare l’utilizzo di materiali circolari;
  • sostenere una crescita economica.

Oggi solo il 12% dei materiali utilizzati dalle industrie nella UE viene dal riciclo di altri materiali.

Inoltre, l’UE ha ampliato il documento includendo anche prodotti non legati all’energia, ovvero incentivare l’acquisto di beni sul mercato che rispettano standard di durabilità, non tossicità, riciclabilità e riparabilità.

Secondo le previsioni gli investimenti in Economia Circolare faranno aumentare il PIL europeo del 0,5% e si creeranno circa 700.000 nuovi lavori nei settori green entro il 2030.

I vantaggi dell’economia circolare per le imprese sono molti, infatti esse possono aumentare la propria competitività e valorizzare la propria green identity, possono ridurre l’impatto ambientale, localizzare la produzione con aumento del valore del prodotto offerto, possono essere in linea con le nuove normative e entrare così in nuovi mercati.

C’è anche l’opportunità di avere degli incentivi dedicati a nuovi progetti di ricerca e di sviluppo nel settore dell’Economia Circolare.

Economia circolare pro e contro

L’economia circolare è un’ottima direzione da prendere perchè ci sia uno sviluppo verde e sostenibile per il futuro.

Ci sono anche per l’economia circolare pro e contro, più che altro vantaggi e limiti.

I campi applicativi sono diversi, dall’ecodesign dei prodotti fatti per essere anche maggiormente scomponibili e adatti al riciclo, all’approvvigionamento di materie prime seconde per ridurre il consumo di materia inutile, fino alla vendita di un servizio (anziché prodotto) e a una collaborazione con altre aziende per valorizzare reciprocamente i propri materiali.

Ci sono tuttavia limiti per quanto riguarda la mancanza di incentivi, elevati costi di investimento e di trasformazione, delle materie prime, nel trovare finanziamenti sul mercato, nel sostituire le materie prime con altre riciclabili, e per quanto riguarda brevi termini entro i quali le aziende possono intraprendere strategie in materia.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Leave a Reply

*

code