Economia circolare significato

Definizione di cos’è l’economia circolare

Oggi sentiamo spesso parlare di economia circolare, legata ai concetti di eco sostenibilità, riciclo, green economy.
Ma cos’è l’economia circolare? la sua definizione è quella di un sistema economico che si può rigenerare da solo garantendo anche la sua eco sostenibilità.

Quindi all’interno di un’economia circolare possiamo considerare i flussi di materiali di due categorie: quelli biologici, che sono in grado di venire reintegrati nella biosfera, e quelli tecnici, che sono destinati ad essere rivalorizzati ma senza entrare nella biosfera.

In pratica si tratta di un modello di economia che al contrario di quella consumistica, ovvero che fa parte di un tradizionale modello economico lineare, che prevede la sequenza di estrarre, produrre, usare e gettare un oggetto a partire dalle materie prime, prevede un modello di consumo attento agli sprechi di risorse naturali e che vede la sequenza di condivisione, di riutilizzo, di riparazione e riciclo di materiali e di prodotti in modo da farli durare più a lungo possibile.

Esempio di economia circolare

Quando un oggetto finisce il suo ciclo di vita nell’economia circolare viene scomposto dove possibile nelle materie prime di cui è composto, le quali vengono reintrodotte nel ciclo economico e quindi possono continuamente essere riutilizzate dentro il ciclo produttivo producendo risparmio e recuperando un ulteriore valore.

in pratica la filosofia che sta alla base prende spunto dai meccanismi di retroazione presenti in natura, per cui anche i sistemi economici devono funzionare come organismi dove le sostanze nutrienti vengono elaborate e poi riutilizzate, per poter venire reimmesse nel ciclo biologico e tecnico.

Un esempio di economia circolare può essere quello adottato dalla casa automobilistica Volkswagen, con un progetto che ridà ai fornitori gli scarti di lavorazione dell’alluminio in modo che possano venire riciclati.
Con questo si vuole arrivare a contribuire alla decarbonizzazione della aziende e dare nuova vita a risorse che altrimenti sarebbero state gettate.

Economia circolare in casa

Il concetto di base è semplice, e quindi ci possiamo chiedere se anche in casa possiamo realizzare un’economia circolare.

Basta seguire delle buone pratiche da applicare nei nostri gesti quotidiani, ad esempio bere l’acqua del rubinetto senza comprare bottiglie di plastica.

Fare il riciclaggio dei rifiuti, mettendo più attenzione anche nella scelta dei prodotti che acquistiamo al supermercato, magari utilizzando una borsa per fare la spesa portata da casa, o prediligere cibi senza imballaggi o con imballaggi biodegradabili. Chi ha un giardino o anche solo un balcone può realizzare una compostiera e ricavare compost ovvero terriccio utile per le piante riciclando gli scarti alimentari.

Infine prima di buttare un elettrodomestico possiamo provare a ripararlo. In questo modo contribuiremo a un sistema di vita eco sostenibile e sano per noi e per il futuro dei nostri figli.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

 

Leave a Reply

*

code