Timori della Confederazione sull’iniziativa per la limitazione

Il Consiglio degli Stati dice no

Il Consiglio degli Stati dice no all’iniziativa popolare “Per la limitazione” dell’UDC.
Tale iniziativa volge a limitare l’immigrazione per il bene del paese.

Tuttavia molti sono i contrari, tra cui anche il Consiglio degli Stati che con 38 voti a 4 e 3 astenuti consiglia di pronunciarsi contro tale iniziativa.

Ance nella commissione preparatoria si invitava a respingere l’iniziativa con 11 voti contro 2.

Altri partiti sono contrari

Gli altri partiti sono infatti contrari al testo dato che secondo loro mette in pericolo il benessere del Paese in particolare per quel che riguarda le sue relazioni con l’Ue.

Vari interventi mettono in guardia contro tale iniziativa. la consigliera federale Karin Keller-Sutter afferma che “metterebbe in discussione l’approccio bilaterale con l’UE nel suo complesso (gli accordi decadrebbero in virtù della clausola ghigliottina)”.

A nome della commissione anche il popolare democratico Daniel Fässler afferma “Non nego che la libera circolazione delle persone possa avere delle conseguenze negative, ma essa consente ai datori di lavoro di assumere professionisti in modo rapido, flessibile e senza oneri amministrativi nell’area UE/AELS”.

 

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

*

code