L’inflazione è stabile in Svizzera

L’inflazione della Svizzera

L’inflazione della Svizzera rispetto a quello che sta succedendo negli altri paesi dell’area europea rimane stabile.

L’Ufficio federale di statistica (UST) ha pubblicato infatti un documento sull’indice dei prezzi al consumo per il mese di settembre che è rimasto a 101,3 punti. Quindi rispetto ad agosto non è variato, e ha avuto tra l’altro un incremento annuo di 0,9%.

In luglio l’inflazione era aumentata dello 0,7%, in giugno invece 0,6%. Adesso si è interrotta la serie degli aumenti dopo cinque aumenti consecutivi.

L’inflazione elvetica comunque rispetto al piano internazionale è davvero limitata: in Germania ad esempio nel mese di settembre è aumentato del 4,1%, un dato che dal 1994 è il più alto in assoluto. Per i paesi Ue la prima stima è 3,4%, e rappresenta il valore più alto finora dal 2008.

Indice dei prezzi al consumo armonizzato

L’indice dei prezzi al consumo armonizzato (detto IPCA), è un valore che viene misurato secondo il metodo in uso nell’Unione europea, per potere raffrontare più pariteticamente i dati elvetici con quelli Ue.

Rispetto a questo indice il mese di settembre ha una variazione nulla e un rincaro annuo di +0,8%.

 

 

Leave a Reply

*

code