finanza sostenibile

Finanza sostenibile per lo sviluppo dell’economia

Per avere uno sviluppo sostenibile e green, si deve anche investire in finanza sostenibile

Con questo termine si vuole indicare un tipo di finanza, che pone le basi su progetti ambientali e sociali che diventano il motore principale per lo sviluppo dell’economia.

Cos’è la finanza sostenibile

Oggi si parla molto di ambiente e sostenibilità, applicati ai diversi ambiti, quindi per imparare a crescere a livello sociale, industriale, tecnologico, finanziario, ma con un’attenzione anche alle future generazioni, e ci si chiede anche cos’è la finanza sostenibile.

Come definito dagli Un Pri (iniziativa dell’Onu), gli investimenti finanziari diventano sostenibili se analizzano anche le esigenze ambientali, sociali e quelle di governance (finanza sostenibile Esg ovvero environment, social and governance nei sistemi di quotazione di strumenti finanziari).

In pratica fondi pensione, compagnie di assicurazione e singoli risparmiatori quando investono i loro soldi con la finanza sostenibile, oltre a farli fruttare, avendo anche un ritorno finanziario in breve, vogliono anche assicurarsi di sostenere con tali investimenti solo attività utili alla società e che non vadano a compromettere risorse naturali.

Il Consiglio federale ha già da giugno parlato sul tema di finanza sostenibile anche in Svizzera.
Infatti oggi più che mai è fondamentale includere nel settore finanziario i temi ambientali e sociali, per promuovere in maniera concreta maggiore impegno e azione anche in questo ambito.

Peraltro si preannunciano anche molte opportunità su questo campo in termini di innovazione e di competitività, si è quindi formato un gruppo di lavoro che è incaricato di chiarirne i vari aspetti.

Nel 2020 inoltre l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) assieme alla Segreteria di Stato per questioni finanziarie internazionali (SFI) svizzeri proporranno di effettuare degli esami di compatibilità climatica che per la prima volta saranno rivolti non solo alle casse pensioni e assicurazioni, ma anche alle banche e a diversi gestori finanziari.

La discussione verte attorno al tema del mercato finanziario sostenibile.

Su questo tema il Consiglio federale ha dato una sua panoramica su attuali sviluppi e iniziative e sull’impegno della Svizzera anche a livello internazionale, in particolare per quel che riguarda gli impegni internazionali riguardo l’Accordo di Parigi sul clima e l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Ad esempio tra questi c’è l’obiettivo di una riduzione del 50% delle emissioni di gas serra in Svizzera, e anche un programma di maggiore efficienza energetica e risparmio per quel che riguarda gli edifici entro il 2030.

Inoltre anche le imprese dovranno prendere parte a questo programma per migliorare l’efficienza energetica, sia per effettuare una concreta azione per il clima e sia per migliorare il loro valore aggiunto.

Finanza sostenibile e commissione europea

Infatti il tema della finanza sostenibile viene affrontato oggi a livello internazionale.

La commissione europea riguardo la finanza sostenibile a marzo di quest’anno ha infatti emanato due regolamenti europei per cui si vuole offrire anche agli investimenti finanziari una certificazione europea di sostenibilità.
Con questi si vuole dare una definizione e una normativa per il termine “finanza sostenibile”.

Infatti da ora le Banche e le società finanziarie dovranno anche confrontarsi con l’impatto ambientale che offrono i loro prodotti d’investimento proposti ai loro clienti.

Per questo il termine di finanza sostenibile e cambiamento climatico spesso vanno assieme, dato che propri per mantenere il fragile equilibrio dell’ecosistema terra, si pensa a agire in modo sostenibile anche a livello finanziario, utilizzando prodotti che non vadano a distruggere fonti naturali importanti per la vita attuale e futura.

Vengono anche realizzati presso le università dei bandi e master per la finanza sostenibile, per iniziare dai giovani il cambiamento.

Finanza sostenibile tesi

La tesi della finanza sostenibile è quindi di grande valore oggigiorno, per mantenere intatte le risorse naturali del pianeta, facendo diventare l’impegno per il clima e per l’ambiente un punto di partenza anche per un nuovo concetto di finanza, che sembra discostarsi da quello stereotipato di un tempo.

Oggi la finanza diventa anche etica, nel senso che ha una maggiore attenzione all’impatto che i prodotti finanziari hanno sull’ambiente e sulle persone.

Inoltre la Svizzera sta valutando la partecipazione a iniziative internazionali di finanza sostenibile lanciate dalla commissione europea, come la «Coalizione mondiale dei ministri delle finanze per l’azione per il clima» («Coalition of Finance Ministers for Climate Action») promossa da Cile e Finlandia.

Anche in Italia la finanza sostenibile sta facendo i primi passi.

Verranno esaminati quindi gli effetti degli sviluppi UE riguardo il piano di investimenti finanziari sostenibili sulla piazza finanziaria svizzera.

Verranno individuate così le condizioni base che permetteranno alla piazza finanziaria svizzera anche sul piano delle finanze sostenibili di essere sempre competitiva.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *