Da oggi il canton Ginevra entra in lock down

Mini lock down a Ginevra

Dopo le disposizioni cantonali in vigore dalla scorsa settimana, il Canton Ginevra, da stasera alle ore 19.00, per limitare la diffusione del coronavirus chiude bar e ristoranti, e negozi di prodotti non di prima necessità.
Lo ha annunciato ieri il Consiglio di Stato in una conferenza stampa.

Così in Canton Ginevra ci sarà un mini lock down di quattro settimane (che si protrarrà fino al 29 di novembre).

Chiuderanno anche teatri e cinema, musei, parrucchieri e barbieri, estetisti, palestre e studi di tatuatori.
Scuole pubbliche e asili invece resteranno aperti mentre le scuole superiori faranno didattica a distanza.

Si esce solo per assoluta necessità

La presidente dell’esecutivo cantonale Emery-Torracinta ha affermato che «La situazione è grave» invitando i cittadini a non uscire di casa se non in caso di assoluta necessità.

Il responsabile della sanità cantonale, Mauro Poggia, afferma che tali misure sono le uniche per cercare di appiattire la curva dei contagi, che è oggi tra i 1’000 e i 1’300 nuovi contagi al giorno.

Non sono nemmeno escluse ulteriori restrizioni anche se non si vorrebbe arrivare a delle misure troppo eccessive. «Il problema sono gli assembramenti».

Poggia conferma anche che le autorità saranno «molto più presenti» con controlli e sanzioni.

 

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

*

code