Aziende e telelavoro

Dinamica del telelavoro

Oggigiorno, complice anche la pandemia di coronavirus che ha causato molti lockdown e restrizioni, si è ampliata la dinamica del telelavoro, o lavoro agile.

In pratica si tratta di lavoro che si può svolgere da casa, senza dover recarsi in ufficio ogni mattina.

Molte aziende anche in Svizzera hanno dovuto optare per obbligo per questa forma di lavoro. Le aziende e il telelavoro oramai sono due binomi imprescindibili tanto che spesso viene prolungato questo tipo di lavoro da casa, anche per scelta di alcune aziende.

Il lavoratori devono essere messi in grado di poter svolgere comodamente il proprio lavoro quotidiano dalla loro abitazione, e il datore di lavoro deve dotargli di quegli strumenti necessari per svolgerlo al meglio.

Tuttavia qualora questa fosse una spesa troppo grande per un’azienda, in Svizzera l’azienda può non applicarlo.

Lavorare da casa ai tempi del coronavirus è quindi una comoda opzione, che probabilmente rimarrà anche in futuro per diverse aziende.

Differenza tra smart working e tele lavoro

in realtà smart working e telelavoro non sono esattamente la stessa cosa.

La differenza tra smart working e telelavoro è che il telelavoro è una scelta a lungo termine basata su di un preciso accordo tra il dipendente e l’azienda e si deve svolgere in casa; lo smart working sta invece a significare una modalità “agile” di lavoro, ovvero il dipendente può effettuarlo in varie circostanze e luoghi secondo le sue necessità e non è definitivo.

Entrambi però si basano su presupposto che il lavoratore svolga da casa o altro luogo il proprio lavoro senza recarsi in ufficio.

In ogni caso il mondo del lavoro è stato stravolto abbastanza in questo ultimo anno, tanto che viene sempre più applicato il lavoro a distanza scardinando le formule tradizionali di concepire il lavoro da ufficio.

Ci sono però dei settori dove il lavoro agile non è praticabile, come ad esempio gli esercizi commerciali, oppure le professioni sanitarie, o ancora i magazzini.

In pratica diventa fattibile nelle realtà amministrative e di progettazione.

Smart working pro e contro

Se abbiamo visto che vi sono vantaggi come la comodità di restare a casa, risparmiare sui trasporti, essere maggiormente rilassati e gestire il proprio tempo lavorativo, non ci sono solo pro ma anche contro per lo Smart working .

Infatti si fatica a dividere lo spazio domestico con quello lavorativo, ci possono essere interferenze per quel che riguarda la comunicazione coi colleghi e il datore di lavoro, un più grande isolamento del lavoratore e una supervisione più difficile per il datore di lavoro.

 

Potrebbe interessarti anche:

Leave a Reply

*

code