Piano per aiutare i cantoni più deboli

La perequazione

In Svizzera vige il federalismo, principio fondamentale.

Per questo tutti i  26 Cantoni che la compongono suddivisi in circa 2200 comuni hanno proprie e ampie competenze.

Per l’unità del paese è importante anche la perequazione finanziaria. Si basa sul principio di solidarietà tra i Cantoni, per cui quelli economicamente forti economicamente assieme a tutta la Confederazione aiutano quelli più deboli.

La perequazione finanziaria vuole ridurre le varie disparità cantonali finanziarie e fare si che si possano adempiere più efficacemente e ovunque nel paese i vari compiti statali.

La Confederazione quindi finanzia per due terzi ca i versamenti a compensazione e i Cantoni più forti per un terzo.

Conteggio delle risorse

Per capire quali sono i cantoni più forti e quali no, si effettua un conteggio delle risorse.

Si misura il potenziale delle risorse, che viene calcolato su base del reddito imponibile e della sostanza di tutte le persone fisiche e sugli utili imponibili di tutte le persone giuridiche di un Cantone.

Quando si mette a confronto il potenziale delle risorse per abitante rispetto alla media svizzera si ha l’indice delle risorse.

Quei Cantoni con indice delle risorse maggiore di 100 sono forti e quindi versano delle quote per la perequazione finanziaria. I Cantoni che hanno un indice delle risorse inferiore a 100 sono considerati deboli e ricevono invece dei mezzi di sostentamento grazie alla perequazione delle risorse.

Questo sistema è stato introdotto nel 2008 ed è stato adeguato nel 2020.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

*

code