Gli svizzeri dovrebbero ridurre in modo massiccio le emissioni di CO2

Ridurre le emissioni di Co2

Gli svizzeri dovrebbero ridurre in modo massiccio le emissioni di CO2.

Come tutti noi oramai sappiamo, i gas serra sono responsabili principali dei cambiamenti climatici. Essi provengono dalla combustione di vettori energetici fossili ovvero carbone, petrolio, gas naturale e dalla distruzione delle foreste di vaste aree come ad esempio nel caso della foresta tropicale.
Per limitare questo andamento si dovrebbero ridurre le emissioni di Co2.

Svizzera e cambiamenti climatici

La Svizzera fa parte di quei Paesi che sono maggiormente colpiti dai cambiamenti climatici. Infatti secondo l’Ufficio federale dell’ambiente, il riscaldamento delle temperature che si è registrato dall’inizio delle misurazioni ovvero dal 1864 in Svizzera è aumentato quasi di 2°C ed è quindi doppio rispetto alla media del resto del mondo (di 0,9°C).

Firmando gli accordi climatici internazionali, anche la Svizzera si è impegnata a ridurre di molto le emissioni di CO2 pro capite.

Lo scopo di tali accordi è limitare il riscaldamento medio globale a due gradi Celsius rispetto al periodo preindustriale.
Quindi Entro il 2050, potranno esserci al massimo 1,5 tonnellate di CO2 pro capite per anno. Basti pensare che solo in in Svizzera sono state prodotte nel 2019 ben 5,6 tonnellate di CO2 pro capite.

La causa maggiore di queste emissioni in Svizzera è il traffico stradale.

Il traffico stradale

L’Ufficio federale di statistica conferma che il 94 per cento del fabbisogno di energia per il traffico in Svizzera è ricavato da prodotti petroliferi e i veicoli a motore emettono CO2.

Tante di queste emissioni potrebbero essere eliminate, cambiando mezzo di trasporto.

Ad esempio per viaggi con meno di tre chilometri si potrebbe utilizzare la bicicletta, senza restare in coda e senza produrre emissioni. Recarsi al lavoro o a scuola in bicicletta o con i mezzi pubblici possiamo contribuire ad abbassare le emissioni di cO2 e proteggere l’ambiente.

Le nuove automobili inoltre generano meno CO2 rispetto a quelle immatricolate magari dieci anni fa, e per la Strategia energetica 2050, gli obiettivi di emissioni delle auto private sono stati inaspriti. Entro fine 2020, le emissioni di CO2 per le auto immatricolate a nuovo dovranno essere ridotte di ca 95 grammi di CO2 per Km.

Inoltre si dovrebbe usare l’auto solo quando non è possibile fare altrimenti.

Il consumo di un’auto cambia anche a seconda di come si guida , infatti si dovrebbe cambiare marcia il prima possibile e guidare con la marcia più alta possibile, per risparmiare benzina e inquinare meno. : Con l’aumento del numero di giri del contagiri al minuto cresce anche il consumo.

Sarebbe meglio anche spegnere il motore alle varie soste obbligate durante il tragitto.

Secondo Svizzera Energia, ci sono più di un milione di case che non sono coibentate o solo in parte, e questo contribuisce ad un maggiore consumo energetico e anche di Co2.

Aumentando anche per gli edifici l’efficienza energetica si può avere un maggiore risparmio e anche un migliore isolamento termico e acustico, e sostituendo le energie fossili con le rinnovabili è possibile ridurre le emissioni di gas serra.

 

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

*

code