Crisi dell’economia mondiale

Crisi economica 2020

La pandemia di coronavirus, con le chiusure forzate durante il lockdown, ha creato una tra le peggiori crisi economiche a partire dal secondo dopoguerra ad oggi.

Sia il Fondo Monetario Internazionale che la Banca Mondiale sono d’accordo che a pagare il prezzo più alto di tale crisi saranno i paesi più poveri.

Nel 2020, a causa della pandemia e delle restrizioni conseguenti ad essa in tutti i paesi del mondo, il Pil globale dovrebbe ritirarsi a un 5,2. Nello stesso tempo i prezzi dell’oro sono da record.

E il calo maggiore dovuto alla crisi economica del 2020, di -9,1%, sarà quello della zona euro.

Crisi economica coronavirus

Dal 1870 non si era mai più vista una recessione di tali proporzioni e in tanti paesi nello stesso momento, come nella crisi economica del coronavirus.
David Malpass, presidente della Banca mondiale, ha affermato che questa crisi è “Un colpo devastante per l’economia mondiale” il quale vede le stime fatte dal Fondo monetario internazionale (FMI) al ribasso.
Questi ad aprile prevedeva a livello mondiale un calo del 3%.

Gli esperti dicono che “C’è bisogno di idee di per rilanciare l’economia, e presto. Altrimenti milioni di persone potrebbero sprofondare in condizioni di estrema povertà”.

Sempre secondo gli esperti, la pandemia in Svizzera non sconvolgerà l’economia ma accelererà una recessione che era in atto ancor prima della crisi.

Ne hanno risentito in particolare il commercio al dettaglio e i servizi privati, il turismo e le attività per il tempo libero. Resistono bene invece l’industria delle macchine ed elettronica, i settori sanitari, di telecomunicazioni e l’industria farmaceutica e chimica.

Ti potrebbe interessare anche:

Lascia un commento

*

code