Cantoni e differenze alle votazioni per la legge Covid

Le votazioni del 28 novembre

Le votazioni del 28 novembre sono state appassionanti per il paese, e per la quarta volta, dal diritto di voto alle donne nel 1971, c’è stata un’altissima affluenza alle urne (65%).

Nelle votazioni ha vinto il si, però i vari Cantoni hanno avuto differenze nei risultati.

I Cantoni che l’hanno respinta sono Appenzello Interno e Svitto. Gli altri invece l’hanno tutti approvata. I Cantoni con una grande maggioranza di “sì” sono Ticino e Basilea Città.

Votazione popolare

Come per tanti altri temi, anche questo era finito sotto i riflettori e portato ad un referendum.

La votazione popolare ha quindi detto si alla modifica per la legge Covid.

In questo contesto si parlava di certificato Covid, ma anche dell’estensione degli aiuti finanziari nel paese e del tracciamento dei contatti.

C’era già stato per la legge Covid un primo referendum il 13 giugno, e tale legge era stata approvata dal 60,2% della gente andata a votare.

Situazione attuale

Alla luce di tale risultato i Cantoni si sono attivati per portare nuove misure o restrizioni per fare fronte alla pandemia.

Infatti nella situazione attuale sono in aumento i  casi di positivi e di persone ricoverate, oltre che di decessi, in Svizzera.

Anche se la variante Omicron è ancora poco diffusa nel paese, la sua elevata contagiosità fa prevedere che si diffonderà ancora ampiamente.

Per domani è prevista una nuova seduta del Consiglio federale, durante la quale saranno in consultazione due proposte per delle nuove restrizioni che verranno decise durante tale seduta.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Leave a Reply

*

code