Esportazioni in calo a ottobre

Tendenza positiva

In Svizzera stiamo assistendo a un calo delle esportazioni. In particolare abbiamo avuto esportazioni in calo a ottobre.

Soprattutto nel comparto chimico-farmaceutico rispetto settembre, a ottobre di quest’anno le esportazioni sono diminuite dell’1,4%, mentre le importazioni sono calate del 2,3%.

Le variazioni reali (cioè corrette con effetto dei prezzi) sono a -1,5% e a -4,4%.
Le esportazioni a settembre erano stabili, sono diminuite a ottobre anche se la tendenza rimane positiva, secondo gli specialisti dell’AFD, l’Amministrazione federale delle dogane.

A ottobre l’eccedenza di chiusura è stata di 4,4 miliardi, vicina ai 4,5 miliardi di agosto.

Esportazioni dei vari settori

Nelle esportazioni i vari settori hanno avuto andamenti differenti rispetto a settembre.

Il settore trainante che è quello chimico-farmaceutico, che segna un -2,8; il secondo settore è quello delle macchine e elettronica, stabile (+0,7%), aumenta invece quello dell’orologeria (+2,2%), quello degli strumenti di precisione invece è in calo (-2,4%) e quello metallurgico rimane stabile (+0,6%).

Il continente più importante per l’esportazione svizzera rimane sempre l’Europa (+3,3%), anche se la Germania, principale paese di esportazione, rileva un -0,3%.

In grande calo è il Nordamerica (-10,1%), l’Asia è stabile (+0,4%), ma per la Cina invece è l’esatto contrario con un -3,4%.

Importazioni

Riguardo le importazioni invece, il settore trainante è sempre quello chimico-farmaceutico (-11,4%), seguito da quello di macchine ed elettronica (+0,1%),dei veicoli (-9,4%), metallurgico (+0,2%), tessile e dell’abbigliamento (+5,7%), e per il settore alimentare (-2,0%).

Per quanto riguarda le importazioni, il calo maggiore proviene dall’Europa (-4,4%); l’Asia (-0,7%), mentre aumentano quelle dal Nordamerica (+9,9%).

Leave a Reply

*

code