Controlli alla dogana svizzera

Controlli alla dogana svizzera

Apertura delle frontiere

Ieri il consiglio federale ha reso pubblico che le frontiere con Germania e Austria potranno riprendere liberamente dal 15 giugno, e ha organizzato un nuovo incontro con la stampa per rendere note le prossime tappe riguardo questo, dove si parlerà anche di Francia e, forse, di Italia.

Karin Keller-Sutter, consigliera federale, ha subito preso la parola confermando la riapertura con Germania e Austria, e dal 15 giugno si aggiunge a questi paesi anche la Francia.

Ricongiungimenti e autocertificazione

Keller-Sutter ha poi aggiunto che il consiglio federale permetterà il ricongiungimento delle coppie non sposate oppure il passaggio dei proprietari di una seconda casa, con degli allentamenti già da questo fine settimana.

Alcuni valichi in Ticino sono aperti, ma questo per ora solamente per il passaggio di lavoratori frontalieri o per urgenze.

«Basterà un’autocertificazione ma bisognerà dimostrare che si tratta di una relazione forte», ha poi precisato, anche se non è ancora definito bene chi rientrerà in questo gruppo di persone.
Per ogni decisione infatti, ci vuole anche il consenso degli Stati confinanti e inoltre si deve analizzare comunque anche l’evoluzione della pandemia.

Valichi Italia Svizzera

Dato che in Italia non è al momento possibile nemmeno la libera circolazione all’interno dello Stato, la situazione con questo paese è diversa da quella con gli altri.

Per un’apertura con l’Italia, ha precisato la consigliera , si dovrà attendere probabilmente una terza fase, per la quale non è ancora possibile dire quando inizierà.

Keller-Sutter riguardo le vacanze all’estero, ha detto che dal 15 giugno, momento in cui le frontiere torneranno a riaprire, le persone non dovranno più giustificare i loro spostamenti e tornerà la situazione che c’era prima dell’inizio della pandemia.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

 

 

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *