Ci sarà un futuro per l'areoporto di Lugano

Ci sarà un futuro per l’aeroporto di Lugano

Votazioni del consiglio comunale sull’aeroporto di Lugano Agno

Riguardo le ultime notizie sull’aeroporto di Lugano Agno, lo scorso 25 novembre c’è stata una votazione in Consiglio comunale a Lugano.

Con 43 voti a favore, 11 contrari e un astenuto, il Legislativo ha potuto così dare il via per finanziare la copertura delle perdite di Lugano Airport fino al 2020 e per la sua ricapitalizzazione.

Conferenza dei sindaci del Malcantone

Il risultato è stato positivo, e come riferisce la Conferenza dei Sindaci del Malcantone: “I tre rapporti presentati dalla commissione della gestione lasciavano facilmente intuire che la battaglia sarebbe stata dura e si sarebbe risolta sul filo di pochi voti” scrive i una nota. “Spazzata via la proposta della sinistra che in pratica voleva lasciare fallire tutto, la battaglia si è concentrata sulla proposta del Municipio con un rapporto che chiedeva di approvarlo senza nessun emendamento e la proposta PPD-PLR che proponeva, con bizzantinismi, una serie di emendamenti che legavano mani e piedi alla LASA, al Municipio di Lugano e al Cantone”.

I Sindaci assicurano il loro impegno contro il referendum cantonale voluto dalla sinistra.

Quanto costerà ai cittadini mantenere l’aeroporto

In un analisi fatta di recente sui costi cittadini, viene comparato il costo dello scalo di Agno alle altre spese comunali, per capire quanto costerà ai cittadini mantenere l’aeroporto.

Ma per la città di Lugano, 780mila franchi annuali per coprire le spese dell’aeroporto, corrispondono allo 0,15% del suo budget annuale.

Il legislativo luganese ha dovuto decidere se dare o meno all’aeroporto di Lugano un supporto finanziario, appunto per un massimo di 780mila franchi all’anno.

Questo denaro va a coprire le spese del disavanzo d’esercizio, e inoltre dovrà anche dare 5 milioni una tantum per il risanamento dei suoi conti.

A molti possono sembrare tanti soldi, però confrontandoli con le altre spese cittadine annue, non sono poi così tanti.

Ad esempio, la Trasporti Pubblici Luganesi (TPL), ogni anno riceve 17 milioni di soldi pubblici, per la maggior parte dalla città di Lugano.

gli stabilimenti balneari hanno ricevuto l’anno scorso 2,7 milioni, e così tante altre realtà della città.

 

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *